U04.03- Riti funerari egizi

Libro dei morti

Il Libro dei morti è un antico testo funerario egizio, utilizzato stabilmente dall’inizio del Nuovo Regno (1550 a.C. circa) fino alla metà del I secolo a.C.[3] Il titolo originale del testo, traslitterato ru nu peret em heru[4], è traducibile come Libro per uscire al giorno[1][2][5] (altra possibile traduzione è Libro per emergere dalla luce). “Libro”… Read More ›

Amduat

L’Amduat, letteralmente “ciò che è nell’aldilà“, è un libro che fa parte di quei testi religiosi dell’antico Egitto destinati ad accompagnare il defunto nel suo viaggio nell’oltretomba per consentirgli di “vivere” ancora nel mondo ultraterreno. Si tratta, generalmente, di formule e di racconti incentrati… Read More ›

Psicostasia

Con il termine psicostasia si vuole indicare la cerimonia dell’antica religione egizia a cui, secondo il Libro dei morti nel capitolo 125, veniva sottoposto il defunto prima di poter accedere all’aldilà. Più usualmente, la psicostasia è nota come “pesatura del cuore”, o ” pesatura dell’anima“. La rappresentazione… Read More ›

Vasi canopi

I vasi canopi contengono gli organi interni del defunto e accompagnano sempre il sarcofago. I loro coperchi spesso raffigurano le teste dei quattro figli di Horo, figlio di Osiride: Amset a testa umana che protegge il fegato, Kebehsenuf a testa… Read More ›