Archeologia orientale

L’archeologia orientale studia le antiche civiltà precedenti al periodo classico nell’area che oggi corrisponde all’incirca al Vicino Oriente. Comprende quindi le culture che si svilupparono in Mesopotamia (moderno Iraq e parte della Siria), in Persia (Iran), nel Levante (IsraelePalestinaGiordaniaSiriaLibano) e in Anatolia (l’attuale Turchia), insieme all’Egitto.

Lo studio specifico di alcune culture assume altre denominazioni:

Ha confini meno definiti lo studio delle civiltà della Mesopotamia (SumeriAccadiBabilonesi, etc.) e di quelle ad esse affini (la civiltà protosiriana di Ebla ad esempio) i cui studiosi prendono il nome di orientalisti tout court in quanto le diverse civiltà si sovrappongono e si influenzano reciprocamente nella stessa area denominata vicino oriente che comprende attualmente Iraq, Siria, Giordania e Turchi.

Fonte: Wikipedia



Categories: U00.03- Strumenti e metodi della ricerca archeologica

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: