Realizzare opere in cera

In questa guida vogliamo aiutarvi a capire come poter realizzare un’opera in cera, in modo da poterla utilizzare al meglio e quindi creare, grazie al metodo del fai da te, qualcosa di veramente unico e speciale, che piacerà anche ai nostri amici e parenti. Il mondo dell’arte si serve di vari strumenti e materiali per la realizzazione di opere di ogni tipo. Dalla musica, alla pittura, alla scultura, gli “strumenti del mestiere” permettono di plasmare figure e componimenti. L’arte è nata insieme all’uomo e oggi non possiamo fare a meno di questo grande mezzo di espressione. Ogni artista cerca di comunicare tramite la sua opera il suo mondo e le sue emozioni. Uno scultore, per esempio, può scegliere molti materiali per i suoi lavori. Tra i più malleabili abbiamo la cera. È caratteristica della cera mutare consistenza e anche colore durante i vari sbalzi di temperatura. Scopriamo dunque come realizzare un’opera in cera.

Occorrente

  • Cera di varia origine (vergine, comune, vegetale e pura).
  • Utensili per modellazione cera.

La cera, come detto, è un materiale versatile. Permette di creare lavori di tutte le dimensioni e colori. Simili per malleabilità abbiamo anche la creta e la plastilina. Ma per molti artisti è la cera a prestarsi meglio ad ogni evenienza. La cera si utilizza per realizzare sculture ma anche per piccoli inserti in oreficeria o lavorazione dei metalli. Si usano ancora tecniche antichissime per questo, come la fusione a cera persa, risalente all’età del bronzo. Per realizzare una bella opera in cera non è necessario partire subito con grandi progetti. Sarebbe ottimo partire con qualcosa di più semplice, per esempio un bassorilievo. I metodi sono molti e variano da artista a artista, ma vediamone uno ormai in voga dal ‘700.

Per un bassorilievo si può usare una comune lastra di cera come base per il lavoro successivo. Queste basi si trovano facilmente dai fornitori di materiali per la scultura. Su tale lastra si versa, goccia a goccia, la cera da modellare durante il raffreddamento. Questa cera si ottiene partendo dalla cera vergine quale elemento fondante. È il prodotto naturale ottenuto dal lavoro delle api. Va sciolta a bagnomaria, poi si aggiunge un altro tipo di cera vegetale, la carnauba. Questa agevola l’indurimento del composto in fase scultorea.

Risultati immagini per Cera di carnauba

Dopo la carnauba si unisce anche la comune cera per candele, in grado di fluidificare il composto. Infine si aggiunge una cera molto raffinata e pura, il garzuolo.

Se si ha bisogno di colori specifici, si utilizzano tonalità minerali capaci di amalgamarsi bene alla cera. Il composto si filtra e si cola su un piano di marmo. Si ottengono così lastre di cera pronte per la lavorazione. Si usano strumenti appositi per la scultura, che si riscaldano su una sorta di spiritiera apposita. Naturalmente ogni artista può avere un modo diverso di lavorare la cera. Ognuno ha un approccio differente e “sente” i materiali in modo molto personale.

Non dimenticare mai:

  • Se volete creare lavori “in serie”, dovrete creare una matrice in silicone da usare come stampo.

https://nonsolocultura.studenti.it/come-realizzare-un-opera-in-cera-250667.html#steps_7



Categorie:T09.03- Cera e Paste modellabili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: