15 attrezzi indispensabili per debuttare nella falegnameria

Esistono molti strumenti, tra falegnameria tradizionale e falegnameria moderna, utilizzati dall’artigiano che lavora il legno.

Entrando nella bottega di un falegname avrete notato senz’altro grandi macchinari come seghe di ogni genere, pialle, banchi da lavoro, ecc.

Con questo articolo vi aiuterò a selezionare solo gli strumenti di cui avrete bisogno all’inizio per realizzare piccoli e semplici progetti.

Alla fine di questo articolo, saprete quali strumenti comprare per realizzare la vostra piccola falegnameria personale e sarete pronti ad iniziare a lavorare il legno.

Gli strumenti di base per la lavorazione del legno

Ecco quindi gli strumenti che vi consiglio di acquistare subito se volete iniziare a realizzare un piccolo progetto con il legno. Ve li consiglio perché conosco la spiacevole sensazione che si prova quando, nel bel mezzo di una lavorazione, ci si ritrova senza un attrezzo fondamentale e si è costretti a fermarsi proprio nel bel mezzo del flusso creativo!

Ovviamente non parlo di oggetti che bene o male tutti abbiamo in garage o in qualche cassetto (matite, cacciaviti, pinze, taglierini, chiavi inglesi, ecc.)

E non parlo nemmeno di oggetti per la sicurezza, ma per ora vi consiglio di indossare almeno dei guanti spessi e una mascherina per non respirare la polvere del legno. In questo articolo vi parlerò di attrezzature specifiche e un pochino più professionali.
E se non avete ancora un vero e proprio banco da falegname, vi consiglio nel frattempo di lavorare su un vecchio tavolo per evitare di fare danni!

I 15 attrezzi dei quali non puoi assolutamente fare a meno sono:

1 – Metro a nastro

Per ora andrà benissimo un metro a nastro da 5 metri come quello illustrato nell’immagine.

Sicuramente questo strumento lo avrete già in casa, ma è importante sottolineare che è davvero uno di quegli strumenti indispensabili per lavorare il legno. Infatti una delle caratteristiche più importanti che un falegname deve avere è la precisione. Bisogna essere precisi nelle misure e nei tagli.

Dobbiamo conoscere tutte le dimensioni dei pezzi che andremo ad assemblare già da prima di iniziare la realizzazione di un progetto.

2 – Squadra da falegname

La squadra è un altro strumento di precisione molto importante. Quella che vi consiglio è una squadra combinata, in acciaio inox, molto leggera, resistente e ricca di funzioni utili.

Infatti, oltre ai centimetri indicati sul lato lungo, è dotata di pennino per tracciare, livella e battente.

Creare angoli perfettamente a squadro vi sembra una cosa importante per un falegname?

Direi proprio di sì!

3 – Compasso da falegname

Un altro strumento di precisione utilissimo.

Il compasso da falegname vi aiuterà a disegnare cerchi perfetti e non solo. Questo strumento viene usato anche per riportare misure e tracciare rette equidistanti o parallele a bordi sagomati.

4 – Martello

Ok, anche questo è uno strumento abbastanza comune in tutte le case. Credo però che sia importante menzionarlo perché è fondamentale nella sua estrema semplicità e non averlo a portata di mano può risultare problematico. Il martello è probabilmente l’utensile più usato nel nostro mestiere ed è certamente uno dei più rappresentativi.

5 – Morsa

Passiamo agli strumenti che ci serviranno per tenere fermi i pezzi e lavorarli in tutta tranquillità.

Spesso ci troviamo ad utilizzare uno strumento che si usa con due mani (come la pialla o gli scalpelli) e abbiamo bisogno che il pezzo che stiamo lavorando resti fermo. Una bella morsa resistente e stabile è quello che fa al caso nostro.

6 – Morsetti e sergenti

Un’altra esigenza che ci si presenterà nel momento in cui dovremo unire, e soprattutto incollare, i nostri pezzi sarà quella di tenerli ben saldi tra loro in attesa che la colla faccia il proprio dovere.

Saranno molto utili anche per tenere fermi pezzi da lavorare che non riusciamo a bloccare nella morsa che vi ho consigliato prima.

Allora dovrai chiamare a rapporto i sergenti! No, non serve l’esercito per incollare due tavole di legno.

Basta qualche morsetto o qualche sergente e il gioco è fatto.

Indispensabili!

7 – Sega manuale

Un falegname che si rispetti non può farne a meno!

È un simbolo più che uno strumento. Ogni volta che immagino un falegname vedo un uomo anziano nella sua bottega polverosa piena di tavole e trucioli chino su un banco con in mano una sega (detta anche saracco), intento a tagliare un pezzo di legno.

Ok, è uno stereotipo!

Ma tutti i romantici come me lo immaginano più o meno così.

8 – Seghetto alternativo

Ricordo che la prima volta che ne vidi uno al lavoro mi illuminai. Era qualcosa di assolutamente meraviglioso per me.

Una sega (molto meno faticosa di quella a mano) che consente di sagomare il legno in modo abbastanza semplice e preciso.

9 – Sega circolare

Per adesso parliamo di una sega circolare a mano. Successivamente dovremo dotarci di una sega circolare da banco, ma per il momento credo sia una spesa grande e se dobbiamo fare solo dei piccoli oggetti quella a mano andrà più che bene.

Inutile dirvi che è molto utile averne una. Avere una sega circolare vi renderà più liberi di modificare i pezzi di legno da lavorare!

10 – Trapano avvitatore


Il classico trapano avvitatore che utilizzano tutti gli operai. Anche questo è probabile che lo abbiate già in casa. In questo caso dovete assicurarvi solo di avere punte da legno.

Ma se non ce l’avete, è arrivato il momento di comprarlo perché presto ci sarà molto da forare e avvitare, svitare e riavvitare…

Insomma ci sarà da divertirsi!

11 – Pialla manuale

Ecco un altro strumento indispensabile per il falegname! Un altro attrezzo che mi immagino nella polverosa bottega romantica…

Il nostro artigiano, in questo momento, sta pazientemente e con movimenti fluidi piallando una meravigliosa tavola di castagno.

Impugna saldamente, con le mani segnate dal lavoro, la sua fedele pialla, compagna di tante creazioni.

È un momento così bello che non voglio rovinarlo con dettagli tecnici.

12 – Pialla elettrica

Una pialla elettrica ha la stessa funzionalità di una pialla manuale ma è molto più comoda da utilizzare.

Infatti la pialla manuale è bella e romantica (e anche utile in molti casi), ma quando i pezzi da fare sono molti e grandi ecco che entra in gioco la praticità.

Precisione, velocità e riduzione della fatica: sono queste le caratteristiche della pialla elettrica.

13 – Carta vetrata

Anche la carta vetrata è uno strumento indispensabile.

Per rifinire, levigare e smussare, ma anche per “invecchiare” un pezzo asportandone un pò la vernice.

Vi consiglio di munirvi almeno di 3 grane differenti: una fine, una media e una grossa.

14 – Scalpelli

Un set di scalpelli è necessario per rifinire e fare piccoli interventi.

Lo scalpello è uno strumento molto pratico (e anche un pò artistico).

15. Lime e raspe

Last, but not least!

Ne esistono di diverse forme e dimensioni.

La differenza tra lima e raspa è che la prima serve per levigature più delicate e ha una dentatura più sottile, mentre la seconda serve per sgrossature e interventi più massivi. La raspa è infatti dotata di una texture più grossa e potente.

Entrambe sono comunque molto utili.



Categorie:T10.03- Attrezzi da falegname

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: