Antonio De Lisa- Haiku

logo-haiku

Antonio De Lisa

Haiku

(Visual Poetry Project)

L’unica stella
nel ciello della pioggia
ride bagnata


E’ delicata
è una pioggia gentile
quasi non piove

Si avvolge beata
nel mio pezzo di cielo
bella e lontana

Quando si gira
la sua ombra è velo che
ricopre il mondo.

When she turns / her shadow is veil / covering the world.

Sembro io il suo
rito sacrificale
brilla la lama.

Luce sospesa
in fondo al suo sguardo
volto d’attesa.

Quando si sveglia
è la terra a tuffarsi
nei suoi riccioli.

Folle regina
di fiori animali e sogni
gialla mattina.

Muove la quiete
il fragore del sole
turba le ore.

Asteria, stella
e dea di speranze
ingannatrici.

L’inizio della
sera. Come perdersi
nel proprio nulla.

Nel sarcofago
delle occupazioni
lento il silenzio.

Il giorno stanco
di sua lucentezza
scruta le ombre.

L’aria si liquefa
in un miraggio,
come un desiderio.

Sogno di mari
mi giunge da lontano.
Sento l’odore.

Raggi di sole
intrecciano riflessi
nei suoi riccioli.


Fuori del tunnel
dell’inverno una scheggia
di paradiso.

Folle di attesa
la mia solitaria
Danza del Sole.

Crazy of waiting / my lonely / Sun Dance

Il sole gioca
nel divino capriccio.
Non si concede.

La nuvolaglia
vela di Natura la
fremente attesa.

Spuma di giorno
dall’incantesimo di
lune svanite.

Day foams / for the enchantment of / vanished moons

La notte gioca
coi vani desideri
degli immortali.

Primi chiarori
le sue mille albe.
Ombre di sogni.

Nell’allegria
che non torna, la storia
non sorride più.

Il tempo gioca
con la mitologia
di ore fuggite.

Il cinguettìo
risveglia la natura.
Ancora incerta.

Quieta la città.
Ma la nebbia combatte.
Monti lontani.

Una mattina
nelle sue parole.
Sorge in bellezza.

Un suo sguardo
nei rumori del mondo.
Suoni mansueti.

E mi stordisco
nei suoi silenzi
come nuvole.

I dull my senses / in her silences / like clouds

Il malumore
del cielo non resiste al
suo sorriso.

Striscia dorata
dipinge l’orizzonte.
Spia il domani.

Giorni di attesa
che il grigio accudisce.
Muti i colori.

Di notte tinta e
di silenziosi lampi
apri le danze.

Stanca la quiete
il freddo improvviso
turba le ore.

Senza parole
cala lenta la sera
colma di furia.

La versione su Youtube

————————————


testatina-arti-e-visioni

https://artsandvisions.org/

Testi pubblicati per studio e ricerca – Uso non commerciale
Published texts for study and research-non-commercial use

© Copyright 2017 – Rights Reserved


This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.



Categorie:J00- [POESIA VISIVA - VISUAL POETRY], J01- Haiku, Uncategorized

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: